Subscribe Now
Trending News
Bellezza

7 rimedi naturali efficaci contro l’acne 

L’acne è una delle prime tre condizioni più comuni nell’intera popolazione, con conseguenze sia per la pelle che per l’autostima. Secondo gli studi, oltre il 90% della popolazione mondiale è stata colpita dall’acne ad un certo punto.

Cos’è l’acne?

L’acne è una condizione della pelle, che si verifica nell’epidermide, essendo causata dall’eccesso di sebo prodotto dalle ghiandole sebacee. L’acne può manifestarsi in molte forme, come punti neri e brufoli, in alcuni casi anche lesioni più profonde, chiamate cisti.
L’acne si manifesta su viso, collo e schiena perché la maggior parte delle ghiandole sebacee, che producono sebo, si trovano qui. Il sebo conferisce alla pelle impermeabilità e aiuta a non seccarsi.

Ecco quali sono i rimedi efficaci contro l’acne:

Rimedi efficaci contro l'acne

Perché viene l’acne?

L’acne è il risultato dell’eccesso di sebo prodotto dalle ghiandole sebacee, che rimangono intrappolate al loro interno a causa di pori ostruiti da polvere o cellule morte, che ne impedisce la risalita in superficie. In quel momento si verificano infiammazione e acne.


Le cause dell’acne possono essere molteplici e di diversa natura:

Endocrino: gli ormoni svolgono un ruolo importante nell’innescare l’acne perché possono aumentare la produzione di sebo nella pelle. Gli ormoni androgeni, chiamati anche ormoni maschili, si trovano sia nelle donne che negli uomini, questi ultimi in concentrazioni più elevate – possono portare all’acne. Da qui il motivo per cui durante la pubertà gli uomini hanno maggiori probabilità di sviluppare questa condizione rispetto alle donne.


Alimentazione: la maggior parte delle volte la dieta viene trascurata quando si parla di acne. Adottare una dieta che contenga principalmente alimenti ad alto indice glicemico, come prodotti da forno e cereali raffinati, che una volta nel corpo si trasformano in zucchero, può essere motivo di acne. In questa categoria rientrano anche i cibi grassi, i dolci, i fritti e il consumo eccessivo di caffè e tabacco.


Cura: l’uso eccessivo di detergenti per il viso, in particolare di prodotti antibatterici aggressivi, senza la raccomandazione di un medico, può anche essere una causa di acne. Questi prodotti asciugano il viso e lo disidratano, provocando la chiusura dei pori e lo sviluppo di un ambiente favorevole alla moltiplicazione dei batteri.

Tipi di acne

Tipi di acne

A seconda dell’età, potrebbero esserci:

Acne neonatale: si riscontra in media nel 20-25% dei neonati ed è innescata dagli ormoni materni o dalla produzione endogena del corpo del bambino, che stimola le ghiandole sebacee.

Acne dell’adolescenza: detta anche acne vulgaris, è la forma più comune di acne, colpisce in media l’85% dei giovani di età compresa tra i 12 ei 25 anni. Si verifica a causa dell’eccesso di sebo, derivante dalla produzione di grandi quantità di ormoni.


Acne dell’adulto: presente anche sotto il nome di rosacea è una condizione della pelle che colpisce principalmente le donne sopra i 30 anni di età. La rosacea è caratterizzata da vasi sanguigni visibili, arrossamento permanente o temporaneo, lesioni infiammate o persino aree ispessite del viso.


La forma più comune di acne è l’acne vulgaris, si manifesta frequentemente durante la pubertà, ma può verificarsi anche negli adulti. L’acne vulgaris può essere trovata in diverse forme:

Acne Comedonica: questa è la forma più lieve di acne, che si trova sotto forma di comedoni scuri, chiamati anche punti bianchi, che sono scuri, piccoli e di solito si sentono solo al tatto.
Fanno parte di questa categoria anche i punti neri, essendo comedoni aperti, che si formano a causa del sebo, che blocca parzialmente il poro, che riesce a entrare in contatto con l’aria, a quel punto si ossida e diventa nera.


Acne Papulopustolosa: è caratterizzata da lesioni infiammatorie, di tipo “papule”, di colore rosso, localizzate sulla superficie della pelle, che possono provocare dolore e lesioni, a seguito di infiammazioni, di aspetto giallo e purulento. Nel nome popolare, viene chiamato cestini.

Acne Conglobata: è il tipo più grave di acne e si manifesta su viso, schiena e petto. In questa forma coesistono comedoni, papule, pustole, ascessi e cisti che possono estendersi a braccia, glutei, addome e cuoio capelluto. La sua evoluzione è dolorosa e acuta, provocando cicatrici.


Diagnosi

La diagnosi di acne viene data in base alle caratteristiche della condizione. Il dermatologo stabilirà la diagnosi dopo aver stabilito una storia medica e un esame diretto che includerà una serie di analisi:

• Valutazione dei fattori di rischio come età, fattori genetici, aumento della secrezione di sebo e rilevazione di possibili disturbi endocrini (eccesso di ormoni androgeni).
• Valutazione della coltura ormonale e batterica: consulto endocrinologico ed esame microbiologico, per rilevare se si tratta di un’infezione da Staphylococcus aureus.
• Valutazione della gravità della condizione: acne lieve, acne moderata o grave.


Rimedi naturali per l’acne

Olio di arbore di te

Olio dell’albero del tè

Questo olio dell’albero del tè ha proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, che possono ridurre l’infiammazione e il rossore delle lesioni indotte dall’acne. Può essere completamente utilizzato in cosmetici come creme per il viso e gel detergenti. È uno dei rimedi naturali più comuni per l’acne.


Tè verde

Il tè verde è ricco di antiossidanti, riduce la produzione di sebo in eccesso e l’infiammazione. Per quanto riguarda l’acne, ha il potere di pulire le cellule morte e la polvere depositata nei pori aperti. Può essere utilizzato tal quale, bevuto o come estratto di tè verde, più difficile da acquistare, ma con risultati comprovati dopo 8 settimane di utilizzo.


Olio di cocco

L’olio di cocco, come altri rimedi naturali, ha proprietà antinfiammatorie e antibatteriche, che possono distruggere i batteri che causano l’acne, ridurre arrossamenti e infiammazioni. Può anche accelerare il processo di riparazione dei pori. Può essere utilizzato applicando direttamente olio di cocco sulla zona interessata dall’acne.

Miele

Miele contro acne

Il miele è un antibiotico naturale e può aiutare a combattere l’acne. Può essere utilizzato applicando un cucchiaino di miele sulle zone interessate, oppure può essere utilizzato come maschera, insieme a 100 grammi di avena applicati sulla pelle. Rimuovere con acqua tiepida dopo 30 minuti.


Aloe Vera

L’Aloe Vera è nota per le sue proprietà curative, combatte le infezioni e riduce persino le cicatrici. Il gel di aloe vera può essere rimosso dalla foglia con un cucchiaio e applicato sulla pelle interessata oppure può essere acquistato sotto forma di gel di aloe vera pronto per l’applicazione.


Limone

Il limone agisce come un esfoliante, ridona luminosità alla pelle e disinfetta, attenuando la comparsa di cicatrici e prevenendo la formazione di brufoli. Si può applicare sulla zona interessata, preventivamente pulita, con l’aiuto di un batuffolo di cotone imbevuto di succo di limone, quindi risciacquare con acqua tiepida.


Menta

La menta può aiutare a rimuovere il sebo che ostruisce i pori. Per rimuovere l’acne prima che scoppi, mescola due cucchiaini di menta fresca tritata con due cucchiai di yogurt bianco e due cucchiai di avena. Per una consistenza cremosa, usa un frullatore. La maschera risultante viene applicata sul viso, lasciare agire per 10 minuti e rimuovere con acqua tiepida.


Questi trattamenti naturali per i brufoli funzionano quando il problema non è grave. Quando questa condizione della pelle diventa più grave, si consiglia di consultare un dermatologo per seguire un trattamento farmacologico personalizzato.

Rimedi efficaci per acne

Alimentazione per combattere l’acne

Una dieta adatta alle persone inclini all’acne può ridurre l’eccesso di sebo e accelerare il processo di riparazione del tessuto colpito, riducendo l’infiammazione.

La scelta della dieta giusta comporta l’eliminazione degli alimenti che alimentano l’acne, in particolare quelli che stimolano le ghiandole sebacee a produrre sebo in eccesso, e l’introduzione di quelli anti-acne che aiutano a combatterla.


Gli alimenti che promuovono l’acne sono lo zucchero, che è acido e contribuisce all’infiammazione della pelle e ai disturbi ormonali, oltre ai cereali raffinati. Questa categoria comprende la farina bianca e tutti i prodotti da forno. Come lo zucchero, aumentano l’indice glicemico, che in caso di acne dovrebbe avere valori bassi.


L’aspetto della pelle è influenzato anche dal buon funzionamento dell’apparato digerente, ma anche del fegato. L’acne a volte è causata da intolleranze alimentari o addirittura squilibri digestivi, dovuti a una dieta ricca di grassi e all’ingestione di tossine.


I cibi benefici sono molteplici e hanno effetti benefici sia nel combattere l’acne che nel ritrovare il tono. Una buona dieta dovrebbe contenere:

  • Un maggiore apporto di vitamine A, C ed E, che si trovano in carote, spinaci, prezzemolo, agrumi, anguria, peperoncino, noci, semi, ecc.
  • Minerali, come lo zinco che si trova nelle verdure a foglia verde, nei legumi e nei funghi.
  • Probiotici: due terzi del sistema immunitario si trovano nell’apparato digerente. Un sistema immunitario debole porta all’acne. Il consumo regolare di probiotici naturali come yogurt, kefir, cacao, cioccolato puro o sottaceti, aumenta il numero di batteri “buoni” che combattono quelli “cattivi”.
  • Proteine ​​deboli: regolano i livelli di zucchero nel sangue, di conseguenza la voglia di dolci scomparirà. Sono anche ricchi di collagene, che aiuta a guarire le aree traumatizzate. Gli alimenti ricchi di proteine ​​magre sono verdure, quinoa, semi di canapa, spirulina o spinaci.

Come combatere l'acne

Consigli utili per combattere l’acne

  • I brufoli non devono essere spremuti: questa abitudine riesce solo a infiammare ulteriormente le lesioni dell’acne. Si consiglia di rimuovere i punti bianchi e neri in un salone specializzato.
  • La pelle dell’acne deve essere pulita e idratata prima di applicare il trucco, quindi rimuovi bene il trucco con una soluzione non comedogena, quindi idrata con crema o gel, che non appesantisce la pelle.

  • Scegli con cura i tuoi prodotti per il trucco. In caso di pelle a tendenza acneica, si raccomanda che prodotti come il fondotinta siano ipoallergenici. Inoltre, la quantità di prodotto applicato sulla pelle dovrebbe essere la più piccola possibile, in modo da non irritare le lesioni.
  • Non scoraggiarti se non noti risultati immediati quando segui un trattamento. Il più delle volte, prima che guarisca, l’acne peggiora. Le ci vogliono sei settimane per notare un miglioramento. Se dopo questo tempo non si notano risultati, è meglio consultare un dermatologo.

  • Evita di toccarti il ​​viso con le mani. In questo modo non solo diffondi i batteri, ma puoi irritare ancora di più le zone colpite.
  • Fare esercizio regolarmente. Lo sport disintossica il corpo, apportando benefici sia al corpo che alla pelle. Usa sempre attrezzature sportive che non irritano la pelle e, dopo l’esercizio, pulisci adeguatamente la pelle.

A prescindere dal trattamento seguito, ogni persona è unica, di conseguenza ogni corpo agisce in modo diverso rispetto allo stesso trattamento. Per alcune persone i trattamenti naturali sono sufficienti, altri necessitano di cure farmacologiche. Quello che non dovresti perdere, indipendentemente dal tipo di acne che affronti, è un’igiene adeguata che aiuta a rimuovere la polvere e purificare la pelle.

Related posts

Leave a Reply