“Se perdoni, perdona tutto! Altrimenti non ci sarebbe perdono “- Lev Tolstoj

È la mia citazione preferita perché illustra perfettamente la mia percezione di questo sentimento di liberazione.

Diciamo che siamo amorevoli e in grado di perdonare, ma la prova non è quando devi perdonare che tua sorella ha rotto la tua tazza preferita. Non esiste “questo lo posso perdonare, l’altro non posso”. O perdoni tutto o niente. Tanto più che le persone sono perfette così come sono. È solo che ci vuole del tempo per capire quanto abbiamo bisogno delle loro lezioni, quindi lo chiamo perdono.


come perdonare le persone

C’è un detto che dice: “Ti perdono, ma non ti dimentico”. Questo in realtà significa che il perdono non è intervenuto. E all’inizio di questo articolo verrà chiarito un certo aspetto.

Vale a dire, c’è molta ambiguità su: “Come faccio a sapere se ho perdonato qualcuno o qualcosa?”. Ebbene la risposta è molto semplice. Potrebbe essere una risposta più difficile da accettare, ma è comunque semplice.


E funziona così: “Possiamo sapere di aver veramente perdonato una persona o che stiamo veramente sperimentando il perdono per una situazione, quando ricordiamo il caso o la persona proviamo solo amore e totale accettazione per quella persona e / o situazione. Se, ricordando la situazione e / o la persona, proviamo anche il minimo disagio emotivo o addirittura proviamo indifferenza, ma non amore e accettazione totale, significa che non abbiamo perdonato. “

cosa e il perdono


È quindi molto facile sapere se abbiamo perdonato o no. E quando qualcuno entra in contatto con questo modo di verificare se abbiamo veramente perdonato o no, di solito resistono e dicono che una cosa del genere è impossibile o che questo non significa perdonare. Di solito la mente solleva molte obiezioni per difendere un punto di vista.

Ma il pieno perdono arriva solo quando proviamo amore e totale accettazione. Altrimenti parliamo di mettere sotto pressione determinati problemi, di cesellare gli stessi problemi, di costruire motivazioni mentali o cosmetici, ma non stiamo parlando di perdono.

posso perdonare tutto


A questo punto, il lettore può guardare a se stesso onestamente e identificare se ci sono persone e situazioni che non ha perdonato. Accettare queste persone o situazioni come non ancora completamente perdonate è un primo passo per liberare le pietre energetiche che abbiamo legato al collo e tirarci giù.


Ora che abbiamo identificato cosa e chi dobbiamo ancora perdonare, la domanda potrebbe sorgere nella nostra mente: “Ok, diciamo che sono d’accordo sul fatto che se non provo solo amore e accettazione totale per una persona o una situazione, significa che io non ho perdonato.

Ma come perdono? Voglio perdonare! Insegnami come. Come posso farmi provare solo amore e accettazione per un uomo che mi ha tradito, picchiato ripetutamente, ingannato, violentato, abusato fisicamente o psicologicamente, ecc. Come posso provare solo amore e accettazione per qualcuno che mi ha chiaramente e violentemente aggredito in un modo o nell’altro, o per qualcuno che ha tradito la mia fiducia? “

come perdono una persona


Ebbene, la verità è che qualunque cosa accada, è in nostro potere scegliere di amare perché noi siamo l’amore e la verità. È solo che potresti averlo dimenticato temporaneamente. Oppure, l’unica cosa di cui l’amore è capace è amare.

L’amore non può controllare, odiare o fare altro che amare. E quando permettiamo a noi stessi di connetterci con l’essenza di ciò che siamo, troviamo questa disponibilità ad amare veramente anche qualcuno che sentiamo ora che non potremmo mai perdonare.


Quando si tratta di perdono, le persone cercano il set di istruzioni. Tuttavia, in termini di energia, le cose non hanno più lo stesso grado di concretezza. E questo perché il perdono è più un processo non lineare. Il perdono è un processo spirituale. E come accennato nei paragrafi precedenti, il perdono deriva naturalmente quando ci permettiamo di ricordare chi siamo e ci permettiamo di riconoscerci come l’amore stesso.

amore e perdonare


Pertanto, in questa esperienza spirituale siamo abbastanza lontani dall’essere in grado di costruire un manuale di istruzioni simile a quello che ci aiuta a montare un armadio. Ci sono, tuttavia, alcune questioni la cui accettazione, se ci apriamo, può avvicinarci al perdono.

È infatti l’amore che ha il potere di guarire e il potere di rilasciare tutti i tipi di energie bloccanti e stagnanti. E il perdono arriva sempre con il rilascio del carico emotivo associato a una determinata situazione o persona. Solo quando viene rilasciato qualsiasi fardello emotivo di vendetta, risentimento, tristezza o impotenza possiamo fare spazio all’amore. Amore che non è un’emozione, come generalmente si crede, ma è il campo stesso che siamo, il campo che è sinonimo di vita stessa. Quindi l’amore è un modo di essere nel mondo.


Pertanto, ci sono alcune cose che se accettiamo, ci avviciniamo significativamente alla nostra naturale capacità di perdonare e amare incondizionatamente. Questi sono:

  • Accettare che la maggior parte delle persone è guidata da programmi spazzatura dall’inconscio e dal subconscio. Prima di tutto, è soprattutto il programma e non l’uomo che ha portato a una certa esperienza.

  • Accettare che quasi nessuno ci danneggia mai intenzionalmente con uno specifico desiderio di fare del male. La maggior parte delle volte, le persone intorno a noi ci feriscono senza rendersene conto. La ferita che proviamo è solo un derivato di un grido di aiuto lanciato dall’anima dell’altra persona.

ti invito a perdonare


  • Accettare il fatto che in ogni momento della nostra vita abbiamo scelto di fare qualcosa o di agire in un certo modo, perché è così che lo sapevamo meglio allora. Date le informazioni che avevamo a nostra disposizione, quella sembrava la decisione migliore. L’uomo sceglie sempre ciò che è meglio per lui, date le informazioni e le risorse che ha a sua disposizione.

  • Accetare che tutto avvenga nel modo più armonioso. E ogni situazione, indipendentemente dalla natura della situazione, appare solo al momento giusto e nel modo più appropriato. Se mai avessi sperimentato qualcosa, quella era la cosa più armoniosa che potessi sperimentare. Potremmo non renderci conto del perché quella era la cosa più armoniosa, ma possiamo aprirci alla fiducia in Dio e all’accettazione di questa verità universale.

  • Accettare che non siamo un corpo fisico limitato, ma siamo un essere infinito sinonimo di amore. Quando lo accettiamo, possiamo irradiare amore in qualsiasi situazione della vita, perché questo è ciò che siamo. 

Vi invito a perdonare tutte le persone e tutte le situazioni. Con ogni aspetto perdonato ci troviamo sempre più vicini alla sorgente dell’amore.