Subscribe Now
Trending News

Blog Post

Cos’è l’infertilità? Quali sono le cause più comuni?
Mamma

Cos’è l’infertilità? Quali sono le cause più comuni? 

L’infertilità della coppia sembra essere uno dei maggiori problemi dei nostri giorni. Perché ci sono sempre più coloro che desiderano disperatamente diventare i genitori dei propri figli, ma falliscono naturalmente.

Si sono visti, si sono piaciuti… Cosa resta da fare? Per essere “tra il mondo”, i bambini sono il passo successivo. Tuttavia, ci sono situazioni in cui c’è desiderio, ma c’è anche impotenza. E la “colpa” cade su di lei. Perché è inconcepibile che l’uomo non possa farlo.

Cos’è l’infertilità? Quali sono le cause più comuni?

Oppure, è proprio questo il problema per lui, nella metà dei casi. Il pregiudizio, l’orgoglio ingiustificato o la mancanza di informazioni fanno sì che molte coppie si dimettano, compromettano o addirittura si rompano. Solo perché non riescono a diventare genitori. E perché non capisco che l’infertilità possa essere curata con le preziose informazioni che può fornire uno specialista.

L'infertilità cosa è

L’infertilità è una malattia

Sì, avete letto bene. E, come ogni malattia, ha una cura. La buona notizia è che in oltre tre quarti dei casi si cura molto facilmente, con alcune pillole e talvolta con un lieve intervento chirurgico. Tuttavia, è importante che la diagnosi sia fatta da uno specialista dell’infertilità, non da un ginecologo. E non pensate che questa malattia appaia così, di punto in bianco, “come ci è stata scritta”.


Le cause sono varie. L’età gioca un ruolo importante, soprattutto nelle donne, diminuendo la qualità dei follicoli e aumentando il rischio di malattie genetiche nel futuro feto. Quindi lo stile di vita ha una parola difficile da dire. Fumo, consumo di alcol, stile di vita sedentario e stress (a volte causato dal partner ossessionato dall’idea della procreazione) sono solo alcuni dei motivi per cui gli uomini non danno il ritorno atteso.


Fortunatamente, la qualità dello sperma può essere ripristinata, con il miglioramento dello stile di vita. Esistono anche alcune malattie ginecologiche responsabili dell’incapacità di avere figli, come l’endometriosi o le tube di Falloppio ostruite, ma esistono metodi per superarle.


Di chi è la colpa?

Sebbene sia considerata una comune “malattia femminile”, l’annessite non dovrebbe essere ignorata. L’infiammazione delle tube di Falloppio è causata da batteri che possono essere trasmessi sessualmente e, se non trattati adeguatamente, portano all’infertilità. Si parla molto di malattia infiammatoria pelvica.

Cos'è l'infertilità

E l’annessite è una di queste, che colpisce sia le tube di Falloppio che le ovaie. I microbi sono responsabili del suo aspetto, vale a dire i germi aerobici e anaerobici. Vita sessuale attiva, frequenti cambi di partner, dispositivi intrauterini o IUD sono le cause più comuni di infezione che causano infiammazione.


Se non trattata, l’annessite diventa gravemente complicata. Nel tempo, il 40% delle donne affette finisce per soffrire di ostruzione delle tube, il 15% ha la sindrome del dolore pelvico cronico e altre sperimentano una gravidanza extrauterina.

L’aborto spontaneo è una delle cause comuni dell’impossibilità di mantenere una gravidanza. I disturbi della tiroide sono spesso associati a bassi tassi di concepimento e gravidanze interrotte. I fibromi si comportano in modo imprevedibile, riuscendo a fermare l’evoluzione della gravidanza.


Le dilatazioni cervicali ripetute per il curettage possono anche influenzare negativamente l’utero nel mantenimento della gravidanza. Le infezioni più comuni coinvolte nell’aborto sono la toxoplasmosi, il vaiolo, la rosolia, il citomegalovirus, la salmonella, la brucella, il micoplasma, la clamidia, l’ureaplasma, ma anche la sifilide. Trombofilia, ipertensione, anemia grave, le malattie croniche sono anche tra i potenziali nemici della gravidanza.


Recenti studi hanno dimostrato che anche chi soffre di sindrome dell’intestino irritabile ha un rischio maggiore di perdere la gravidanza. Lo stress, gli shock emotivi, così come il consumo o l’inalazione di droghe o sostanze tossiche, l’esposizione alle radiazioni sono incriminati in caso di aborto spontaneo.


Cosa dovremmo fare?

Se vuoi davvero dare alla luce un bambino, devi mettere da parte tutti i pregiudizi e andare dal medico, compreso il tuo compagno di vita. Questo dopo che, per un anno, in cui hai avuto una vita sessuale attiva, senza usare alcun metodo di protezione, non sei rimasta incinta.

Le cause dell'infertilità

Anni fa si credeva che l’80% dei problemi di fertilità appartenesse alle donne. Ma le statistiche sono cambiate, grazie all’evoluzione della scienza medica. E quella che ieri era classificata come “infertilità inspiegabile” negli uomini oggi viene adeguatamente diagnosticata e trattata, problemi di fertilità che colpiscono entrambi i rappresentanti di entrambi i sessi.


E quando non c’è altra possibilità, ricorrono alla tecnica della riproduzione assistita, nota come fecondazione in vitro (FIV). Questo è consigliato solo quando tutti i trattamenti classici hanno fallito.

La questione dell’infertilità rimane complessa, superando il suo status di condizione fisiologica. Incide fortemente sul piano emotivo, divenendo un fattore determinante per l’impossibilità di procreazione. Si può anche parlare dell’instaurarsi di un circolo vizioso di effetti psicologici.


Quando l’infertilità è generata dallo stress, la pressione aumenta ancora di più. Perché lo stress colpisce ogni persona in modo diverso. E, nel tempo, può produrre un cambiamento ormonale estremamente importante: aumenta il livello di adrenalina e noradrenalina, ormoni responsabili della risposta dell’organismo ai traumi fisici ed emotivi.


E questo porta alla compromissione della funzione delle tube di Falloppio nelle donne, alla diminuzione della vascolarizzazione a livello della mucosa uterina e implicitamente rende difficile l’impianto dell’ovulo fecondato nell’utero. Inoltre, influenza la formazione di uova e sperma. Questo spiega anche perché lo stress non influisce solo sulla capacità di concepire, ma anche sul tasso di successo dell’inseminazione artificiale e della fecondazione in vitro…

Related posts

Leave a Reply