Subscribe Now
Trending News
Bellezza

Depilazione: come prevenire le irritazioni e come trattarli 

Soprattutto in estate, notiamo che dopo la depilazione si formano piccole macchie rosse nei punti in cui si trovavano le radici dei capelli. Ciò è dovuto ai pori aperti a causa del calore.

Depilazione: come prevenire le irritazioni e come trattarli

Le irritazioni dopo la depilazione possono verificarsi indipendentemente dal metodo utilizzato per rimuovere i peli superflui. La pelle sensibile è particolarmente esposta al rischio di irritazione cutanea, ma qualsiasi tipo di pelle può andare incontro, a un certo punto, a tale irritazione.

Come prepariamo la nostra pelle per la depilazione

Depilazione: come prevenire le irritazioni e come curarli

Indipendentemente dalla stagione, è importante sapere che per evitare irritazioni e antiestetiche macchie rosse, i pori e i capillari devono essere il più piccoli possibile. In questo modo i peli vengono strappati senza forzare troppo la radice e i pori rimanenti non si infiammano ulteriormente.


Ecco alcune regole che possono aiutarti:

1. Il giorno prima della depilazione, esfoliare a fondo la pelle di tutto il corpo, quindi idratare con una crema grassa. L’esfoliazione può essere eseguita con uno scrub commerciale o con uno fai-da-te, preparato da te. Un efficace scrub corpo casalingo è quello ottenuto dalla miscela di bagnoschiuma e amido di mais.


2. Il giorno della depilazione, fai la doccia 3-4 ore prima, con acqua tiepida, e NON applicare creme idratanti o oli. Evita l’acqua calda e le creme, perché favoriranno l’apertura dei pori più a lungo.

3. Non fare la doccia o il bagno per 4-5 ore dopo la depilazione e non applicare cosmetici sulle zone interessate. Se sono rimaste piccole tracce di cera, puoi usare un po’ di alcol igienico su un dischetto e, contro il sudore, applicare un po’ di talco sotto le ascelle per la pelle sensibile.


4. Se usi la cera o l’epilatore, puoi raffreddare un po’ l’area in anticipo con un impacco freddo.

5. Se usi una lama, non dimenticare di applicare uno speciale gel o schiuma da barba, che preverrà l’irritazione dovuta all’effetto abrasivo della lama. Prova a scegliere un prodotto cosmetico inodore, poiché i profumi possono causare irritazioni alla pelle.


Come trattare le macchie e le irritazioni dopo la depilazione

Se hai ancora la pelle irritata dopo l’epilazione, cerca di non aggredirla ancora di più cercando di eliminare le imperfezioni. Cosmetici o docce ripetute non faranno che peggiorare la situazione. Utilizzare per 2-3 giorni gel doccia e lozioni leggeri e delicati, creati per la pelle sensibile o per i bambini. Spruzzare più volte al giorno l’acqua termale, che ha un ruolo calmante.


Se il problema persiste, indipendentemente dalle misure che prendi prima o dopo la depilazione, parla con un dermatologo che ti aiuterà a gestire meglio la situazione.

Come trattare un'irritazione da depilazione

Rimedi naturali per le irritazioni dopo la depilazione

Fai una doccia fredda o applica degli impacchi di ghiaccio – se devi andare a un evento il giorno in cui hai effettuato la depilazione e non riesci a mascherare l’irritazione con i vestiti, prova gli impacchi di ghiaccio o una doccia fredda. A contatto con l’acqua fredda, la pelle si raffredda istantaneamente e il prurito scompare. Inoltre, i pori si chiudono e l’irritazione diventa meno visibile.


Prepara una pasta di polvere di aspirina: se l’irritazione è in un’area sensibile come il bordo del piede o l’ascella, puoi usare l’aspirina per accelerare il processo di guarigione. L’aspirina ha proprietà antinfiammatorie, che leniscono il prurito / sensazione di bruciore sulla pelle, accelerando il processo di guarigione. Macinare alcune capsule di aspirina, mescolarle con acqua e applicare la pasta ottenuta sull’area problematica.


Applicare l’avena – contiene sostanze antinfiammatorie e ha la capacità di lenire le irritazioni della pelle. Puoi mettere la crusca d’avena in una vasca piena d’acqua e poi fare un bagno rilassante, che aiuterà a curare le irritazioni della pelle. Puoi anche preparare una pasta di crusca d’avena e acqua, che puoi applicare sulle aree problematiche.

 

Related posts

Leave a Reply