Subscribe Now
Trending News
Libri

Libro La morte nel villaggio di Agatha Christie Recensioni 

9.2
Score

Pros

  • Atmosfera
  • Personaggi
  • La Trama

Cons

  • L'inizio del libro

Agatha Mary Clarissa, Lady Mallowan, nata Miller, meglio conosciuta come Agatha Christie (1890-1976) è stata una scrittrice britannica di romanzi polizieschi, racconti e opere teatrali. Sotto lo pseudonimo di Mary Westmacott scrisse anche alcuni romanzi d’amore meno conosciuti.


Recensioni del libro La morte nel villaggio di Agatha Christie


Sono una fan di Agatha Christie e leggevo molto quando ero giovane. Penso di aver letto quasi tutti i suoi libri in italiano. Tuttavia, non ricordo molto della maggior parte dei libri. Così, per un po ‘, ho deciso di rileggerle. E, la maggior parte delle volte, quando sta arrivando una sorta di crisi di lettura (qual è l’equivalente in italiano?), Agatha Christie è sicuramente la scelta migliore. Non mi delude mai.

Recensioni Libro La morte nel villaggio

La morte nel villaggio è il romanzo in cui debutta Miss Jane Marple – nel 1930, ma i lettori di Agatha Christie avevano anche incontrato il personaggio in diverse storie precedentemente pubblicate, che sono state successivamente raccolte in un unico volume.


Se è la prima volta che leggi un libro con Miss Marple, potresti rimanere deluso. Il personaggio non ha un aspetto coerente, non è nemmeno il protagonista di un libro in cui il narratore è il vicario del villaggio di St. Mary Meads, nel cui ufficio è stata trovata l’epitropo della chiesa fucilata, un uomo poco simpatico a chi lo conosceva.


Le cose si complicano quando, per così dire, si dà il via a un concorso per il titolo di “Ho ucciso il colonnello”. La polizia inizia le indagini, attraverso la persona di un ispettore ostile, e Miss Marple appare molto più tardi. Meglio tardi che mai, perché il suo aspetto era un vero toccasana per l’ispettore di polizia, che si era fermato.


“Non credo che la necessità sia la madre delle invenzioni – le invenzioni, a mio parere, nascono direttamente dall’inattività, probabilmente anche dall’ozio, forse addirittura da una certa pigrizia. Per risparmiarci fastidi.”

Agatha Christie


Se hai letto i romanzi della serie di Miss Marple (12 in totale), come nel mio caso, probabilmente rimarrai deluso, perché il personaggio non ha lo stesso fascino degli altri libri.

A differenza della più sofisticata Poirot, Miss Marple sembra una simpatica vecchietta, ma anche un po ‘introversa, secondo alcuni, visto che abbiamo tutti dei vicini. Ciò che distingue (forse) Miss Marple dal nostro vicino di fronte è, oltre all’acuto spirito di osservazione, una straordinaria capacità di deduzione.


Se Miss Marple studiava logica a scuola, penso che fosse una delle sue materie preferite. Inoltre, il modo in cui Miss Marple fa piccoli accenni, dopo di che sembra cambiare idea e non dice mai quello che pensa, mi è sembrato frustrante, da un lato, ma divertente, dall’altro.

Quello che mi è piaciuto

Ovviamente, essere un romanzo poliziesco – il culmine! Ha anche dei poliziotti – la cosa più importante è la trama. Molto ben costruito, pensato per condurti su molti falsi binari. Perché ci sono tanti personaggi, ognuno con la propria storia, quindi non è difficile cadere nelle trappole tese dall’abilità di uno scrittore.


Recensione libro La morte nel villaggio

Ma l’atmosfera mi è piaciuta di più. St. Mary Meade era un villaggio dimenticato dal mondo, in assenza di altre preoccupazioni – e poiché i social network non erano ancora stati inventati per occupare il tempo delle persone – tutti si preoccupavano di sapere e osservare cosa, con chi, quando e dove fanno gli altri.


Ritengo che fra tutte le signore della mia parrocchia la più intelligente sia proprio lei. Non soltanto vede e sa tutto quello che accade nel villaggio, ma ne trae anche delle deduzioni molto precise e accurate. Se mai mi decidessi a interpretare una carriera di imbrogli, sarebbe proprio di Miss Marple che avrei paura. 


Raccomandazione:

Se vuoi un romanzo giallo scritto come un libro, con tutto ciò che comporta, allora La morte nel villaggio è un’ottima scelta.
Consiglio anche il libro ai lettori che preferiscono un romanzo giallo più leggero e delicato, privo di quei dettagli che ti fanno sentire pelle d’oca.

La mia valutazione: 5/5 stelle su Goodreads per l’atmosfera, per i personaggi, perché molte volte mi ha mandato sui binari sbagliati e, sì, perché, pur essendo un romanzo giallo, spesso mi ha fatto ridere.

Related posts

Leave a Reply