Subscribe Now
Trending News

Blog Post

Libri

Quello che non ti ho mai detto di Celeste Ng Recensioni libro 

Quello che non ti ho mai detto di Celeste Ng Recensioni libro

Dal momento in cui ho visto la copertina del libro, ho voluto questo libro. Non so come sei, ma molte volte quando non so quale libro scegliere, vengo guidata dalla copertina. Dopo aver scelto le copertine che mi piacciono, leggo le recensioni o la descrizione sul retro dei libri e vedo cosa scelgo. Questo è quello che ho fatto con questo libro Tutto quello che non ti ho detto. Non so nulla di questo autore, ma la descrizione mi ha fatto scegliere il libro.

Il romanzo è sensibile, opprimente e intenso che offre una storia complessa e un’atmosfera che consente al lettore di vivere la storia della propria vita.


Quello che non ti ho mai detto di Celeste Ng Recensioni libro


L’azione si svolge nel 1970, in un momento in cui, in America, le relazioni interrazziali non sono ancora accettate, in cui qualsiasi persona di altra nazionalità viene derisa, non gli viene data sufficiente fiducia ed è esclusa dai gruppi sociali.

Marilyn e James Lee sono una coppia che non piace ai vicini. Lui cinese, lei americana, i due non sono mai riusciti a integrarsi davvero a Middlewood, Ohio. Marilyn e James hanno tre figli: Nathan, Lydia e Hannah.


Nathan è il maggiore, un ragazzo diligente e intelligente con le giuste ambizioni e aspirazioni. Lydia è la figlia di mezzo, la figlia che i suoi genitori adorano e in cui ripone tutte le sue speranze. Sua madre vuole che Lydia diventi una dottoressa, che abbia successo nella vita e non si accontenti di uno status che non la rappresenta. In breve, vuole vivere attraverso Lydia la vita che non potrebbe vivere sulla propria pelle.


Hannah è la più piccola della famiglia e allo stesso tempo la bambina che i genitori sembrano aver dimenticato, anche se forse è lei quella che ha bisogno di più cure e affetto da parte loro.

Libro recensioni Quello che non ti ho mai detto

Quando il corpo senza vita di Lydia viene ritrovato nel lago locale, James è consumato dal senso di colpa e intraprende un viaggio sconsiderato che potrebbe rovinare il suo matrimonio. Marilyn, devastata e vendicativa, è determinata a ritenere qualcuno responsabile a tutti i costi.

Il fratello maggiore di Lydia, Nathan, è convinto che Jack, il ragazzaccio del quartiere, sia coinvolto in qualche modo. Ma il membro più giovane della famiglia – Hannah – è quello che osserva molto più di quanto chiunque possa vedere e potrebbe essere l’unico a sapere cosa è successo veramente.


La storia va più a fondo con ogni capitolo e impariamo di più sui segreti della famiglia Lee. Tutto quello che non ti ho detto è il dramma della famiglia Lee. I tratti della personalità, i desideri repressi, i pensieri, le frustrazioni dei membri della famiglia sono intrecciati come una tela di ragno.


Una storia scioccante sulla pressione che i genitori esercitano sui loro figli. Una lezione di vita piena di emozioni, frustrazioni e pregiudizi.

Se non l’avete ancora letto, vi consiglio secondo me di cercare anche altre recensioni e poi decidere se leggerlo o meno. Mi è piaciuto, ma voglio farti sapere che potrebbero esserci dei capitoli, dei passaggi in cui non è come speravi e come ti aspettavi.

Related posts

Leave a Reply