Subscribe Now
Trending News
Libri

Recensioni del libro Harry e Meghan. Libertà 

Non avevo idea di quanta passione avesse il volume “Harry e Meghan.Libertà” di Omid Scobie e Carolyn Durand! L’ho scoperto quasi per caso quando, cercando maggiori informazioni sui due autori, giornalisti vicini alla Casa dei Windsor (vi ho detto che sono appassionata di tutto ciò che riguarda il giornalismo), mi sono svegliata in una vera e propria tempesta di cospirazioni, accuse , supposizioni e invettive!


La posta in gioco di questa vera guerra tra i fan del libro e coloro che lo distruggono è se l'”epica biografia non ufficiale”, come suona la presentazione ufficiale dell’editore, sia stata scritta con l’approvazione del Duca e della Duchessa di Sussex – Prince Harry e Meghan Markle. Gli autori lo negano con veemenza, il che fa infuriare ancora di più coloro che affermano che il principe dai capelli rossi e il suo prescelto lentigginoso come angeli sono troppo ritratti.


Recensione libro Harry e Megan.Libertà

Per superare il dibattito e tornare al titolo stesso, vi dico in tutta sincerità che, a mio avviso, il volume non solo ha il plauso principesco, ma credo che lo scorpione di Meghan si sia seduto accanto ai due giornalisti e abbia dettato TUTTO, da la parola che apre la storia  fino al punto finale 🙂. Il che non mi disturba affatto!

Harry e Megan.lLbertà recensioni libro

Mi sono sempre chiesta perché, quando l’attrice diventata principessa è stata effettivamente demolita dai tabloid britannici, non ci sia stata alcuna reazione da Buckingham Palace. E il volume non solo risponde alle mie perplessità, ma finalmente mi permette di ascoltare la storia anche nella versione di Meghan e Harry. Fondamentalmente, sto sostenendo la loro versione della verità.


Per Meghan potrebbe non essere l’essere più simpatico della terra, ma anche nell’immagine di una donna malvagia, demonizzata dalla stampa con l’aiuto di “complici”, non ho mai creduto al 100%. Perché quei “complici” erano i parenti di Meghan. Suo padre, fratello, sorellastra. La sua migliore amica.


La madre della migliore amica. Tutte queste persone hanno rivelato ai giornalisti – alcuni per una bella somma di denaro, altri, solo per invidia o stupidità – informazioni così intime sull’attrice della serie “Suits”, che posso immaginare come il cielo le sia caduto in testa, come si sentiva umiliata e arrabbiata, tanto più che, come vuole il galateo della Corte, non le era permesso di dare alcuna risposta alla stampa. Bene, lascia che tiri fuori questo libro che è uscito!


Il volume non è tanto una storia d’amore e più un reportage dietro le mura dorate di Buckingham Palace. Attraverso gli occhi di Meghan, ovviamente, il che non la rende meno preziosa.


Si prende così dimestichezza con il rigido protocollo secondo cui si svolgono certi eventi, ma anche con il sottile comportamento di osservare la complicata gerarchia della famiglia reale. Capisci perché la Regina NON sale prima nella sua macchina e morirai di fame leggendo la descrizione dei piatti serviti alle teste coronate a colazione. O a mezzogiorno. Oppure a cena (giuro che non capisco come non tutti i membri della Windsor House siano obesi!).


Il volume ha anche delle pagine estremamente commoventi, in cui Harry rivela quanto profondamente sia stato colpito dalla morte di sua madre, la principessa Diana, e quanto sia stata difficile la terapia con cui è finalmente riuscito a superare lo shock di una simile tragedia.

Recensione libro Harry e Megan.lLbertà

Il simpatico ragazzo, che ti ha fatto sorridere solo quando hai visto il suo volto espressivo, si è trasformato in un uomo che non esita a rivelare le sue debolezze, soprattutto quando sente che la sua testimonianza può alleviare la sofferenza degli altri.

Il rapporto di amore e odio che Harry ha sviluppato con i media

L’attività di beneficenza che la posizione di principe comporta occupa una parte sostanziale del libro, così come il rapporto di amore e odio che Harry ha sviluppato con i media. Per la stessa stampa che ha fotografato sua madre quando ha dato il suo ultimo respiro attacca oggi sua moglie, accusandola negli articoli più blandi di essere affarista e diventare, nei suoi titoli estremi, decisamente razzista, viste le origini afroamericane di Meghan.


Tuttavia, è la stessa stampa davanti alla quale Harry annuncia il suo fidanzamento, a cui rilascia interviste nei momenti chiave della sua vita e su cui si basa nella copertura mediatica delle sue azioni filantropiche.


Le nature romantiche, che sognano ad occhi aperti idilli principeschi e che si dicono “se Meghan potesse, anch’io posso”, non rimarranno deluse. Il libro segue cronologicamente la storia d’amore dell’attrice con Harry, fin dall’inizio, descrive i loro piani di fuga, lontano dal stampa scatenata, la proposta di matrimonio, l’anello, la festa di nozze, che altro… Anche l’ombra delle ciocche di Meghan è specificata nel libro !


La cosa peggiore di tutto il libro, secondo me, è Kate, la duchessa di Cambridge. Anche se non viene chiarito da nessuna parte, l’antipatia di Meghan per la moglie di William è palpabile in ogni paragrafo che li presenta. Niente rende felice Kate con la cognata: se viene da lei, perché non se ne va? E così via. Ammettiamolo, non sono affatto un’ammiratrice di Kate, e penso davvero che alcune delle accuse velate di Meghan siano vere.


Inoltre, ad essere onesta, sto appena iniziando a pensare che questi due noiosi Kate e William un giorno guideranno il Regno Unito.  Ma superando le antipatie giustificate o ingiustificate di Meghan, il libro rimane, dal mio punto di vista, un documento che ti aiuterà a capire come un principe e una principessa, che conducono una vita invidiata da milioni di persone, decidono in modo positivo. rinunciare al rango di “membri anziani della famiglia reale britannica”, per lasciare l’Inghilterra e ricominciare in un altro angolo del mondo, come due persone normali.

Libro Harry e Megan.Libertà recensioni

Al matrimonio del principe Harry, molti analisti hanno affermato che scegliere una moglie come Meghan Markle avrebbe cambiato profondamente la monarchia britannica. Non hanno nemmeno pensato a come le loro parole si sarebbero avverate.


Quando si tratta dei miei piccoli piaceri colpevoli, i cancani che circondano la monarchia britannica prendono posto sul podio personale. E non ieri, oggi… Ricordo in dettaglio quanto ero affascinata in gioventù dalla principessa Diana, quanto rattristata (e sconvolta) la sua morte, quanto odiavo Carlo. Quanto a Camilla… pffff… per anni ho scelto di ignorarla in segno di disprezzo.

Ovviamente, quando sono cresciuta e i cavalli verdi sono scomparsi dalle pareti , la mia opinione sulla Casa di Windsor in generale e sul trio Diana-Charles-Camilla in particolare è diventata molto sfumata. Articoli di stampa, libri, documentari e film che ho attentamente analizzato hanno contribuito a questo cambiamento.


E il mio atteggiamento è cambiato, così sono venuta a guardare le avventure reali con lo stesso interesse, ma senza la passione di un tempo. In qualche modo mi sembrava che Diana avesse portato con sé tutto lo splendore di Buckingham.


Il giorno in cui ho letto che il principe Harry si sposa… un’attrice, simpatica, elegante, ma pur sempre un’attrice!!!, sussultai. La rossa, che sembra aver ereditato tutta la natura ribelle di Diana, senza lasciare nulla a quel noioso William, si stava scrollando di dosso la polvere che aveva ricominciato a posarsi sulla famiglia reale.

Harry e Megan.Libertà recensioni libro

Dopo questa lunga introduzione, penso che ora ti sia chiaro perché non vedevo l’ora di tenere in mano il libro “Harry e Meghan.Libertà” di Omid Scobie e Carolyn Durand.

Chi sono gli autori

Omid Scobie è uno scrittore con sede a Londra, editore di Harper’s Bazaar, collaboratore di ABC News, moderatore del talk show Good Morning America e conduttore del popolare podcast ABC, “The Heir Pod”. Scobie è diventato una voce autorevole nel presentare le vite e i progetti di beneficenza dei membri più giovani della famiglia reale.


Carolyn Durand è una produttrice e scrittrice. Ha trascorso quasi due decenni a lavorare a Londra, con stretti legami con i funzionari di Buckingham Palace, Kensington Palace e Clarence House. Durante quel periodo, condusse diverse interviste con i membri della Casa Reale britannica, incluso il principe Harry. Collabora con “O, The Oprah Magazine”, “Elle Magazine” e altre testate giornalistiche americane e britanniche.

Related posts

Leave a Reply