Subscribe Now
Trending News
Lifestyle

Relazione tossica: i segnali per riconoscerla e consigli per uscirne 

Se seguiamo la nostra parola italiana “Con te sto male,ma senza di te sto ancora peggio”, abbiamo solo la “grande possibilità” di fare del male a noi, ma anche al nostro partner.

Chiusa in un cerchio da cui si può solo saltare, perché l’uscita da una relazione tossica è sempre bloccata all’inizio, con domande del tipo: “Cosa c’è con quel vestito addosso?”, “Devi tagliarti i capelli! Non vedi che non ti senti bene? “,” Perché ti trucchi? “,” Perché devi vedere i tuoi amici stasera? Pensavo saresti rimasto a casa. “La tossicità può verificarsi in relazioni di qualsiasi tipo – da quelle nell’ambiente di lavoro, alla relazione con se stessi.

Relazione tossica: cos’è e come la identifichiamo?

Una relazione tossica è qualsiasi tipo di relazione sfavorevole a te o ad altri. Le basi di ogni relazione sono spesso rappresentate dall’ammirazione e dal rispetto reciproci. Questi possono diventare notevolmente malsani nel tempo. Un’atmosfera velenosa differenzia una relazione infelice e fastidiosa da una relazione tossica. Le relazioni tossiche possono impedire alle persone coinvolte di vivere una vita produttiva e sana.


Una relazione tossica può essere causata da due tipi di personalità opposti. La tossicità è il risultato dell’incompatibilità delle persone coinvolte nella relazione. In alcuni casi, nessuno è necessariamente colpevole di tossicità; piuttosto, la tossicità è causata dall’incapacità di comunicare e stabilire confini, conversazioni e comunicazioni sani.

relazione tossica cos'è

Non tutte le relazioni tossiche si basano su due persone malsane. In alcuni casi, gli individui malsani prendono di mira e utilizzano altre persone per i propri bisogni e soddisfazioni personali.

Queste persone cercano persone che consumino emotivamente e mentalmente, creando così un ambiente perfetto per i loro avidi benefici. Hanno uno stile manipolativo e gestiranno ogni relazione che percepiscono come benefica.

Le persone tossiche sono raramente consapevoli della propria tossicità. Sono troppo assorbiti in se stessi e preoccupati delle proprie emozioni, interessi, bisogni e obiettivi per essere consapevoli dei bisogni, degli obiettivi, degli interessi e delle emozioni degli altri.


Tipi di relazioni tossiche

Anche una buona relazione può avere brevi periodi di comportamento che sembrano tossici da parte di uno o entrambi i partner. Gli esseri umani, dopotutto, non sono perfetti. Pochi di noi hanno avuto un’educazione formale riguardo al rapporto con gli altri. Spesso impariamo crescendo, sperando che il nostro stile di base di relazionarci con persone importanti – spesso appreso da genitori e / o amici – sia ragionevole.


Come accennato in precedenza, la disfunzione è normale in una relazione tossica. La tossicità non esiste solo nelle relazioni amorose. Il partner / genitore / amico tossico mostra comportamenti quotidiani di controllo e manipolazione inappropriati. Paradossalmente, nel mondo esterno, il partner / genitore / amico tossico spesso si comporta in modo esemplare.

Importante: qualsiasi relazione che implichi violenza fisica o abuso di sostanze è, per definizione, estremamente tossica e richiede un intervento immediato. Spesso, la separazione dei due partner. Sebbene queste relazioni non siano necessariamente irreparabili, sono ESTREMAMENTE distruttive. Se hai una relazione così tossica, cerca subito aiuto!

Quali sono i tipi di relazione tossica

Tipi di personalità tossiche

Il criticone

Una relazione tossica può, ovviamente, verificarsi non solo in una relazione amorosa. Può anche esistere in una cerchia di amici o tra genitori e figli adulti. Il controllo in queste relazioni, così come in una storia d’amore, viene esercitato inducendo la “vittima” a sentirsi in colpa.

Il controllo dell’accusatore innesca il tuo senso di colpa ogni volta che fai qualcosa che non gli piace. Molte volte, convincerà altre persone a trasmetterti (da lui) la sensazione di “delusione” nei tuoi confronti. Ad esempio, tuo padre ti dice quanto sia delusa tua madre perché non sei venuto a cena la scorsa settimana.


Un accusatore non solo controlla inducendo senso di colpa, ma anche rimuovendo temporaneamente il senso di colpa, se fai quello che lui / lei vuole che tu faccia. Per le persone che si sentono leggermente in colpa, qualsiasi mezzo per rimuovere questo sentimento è altamente desiderabile.

Il partner che induce il senso di colpa ha a sua disposizione un mezzo di controllo estremamente potente. Il senso di colpa è la forma più comune di controllo utilizzata da un genitore tossico per controllare i propri figli adulti.


Spesso, il partner maschererà il suo controllo con l’apparente supporto di una decisione che prendi – ad esempio, riprendendo gli studi – ma poi indurrà sensi di colpa ricordandoti sottilmente quanto ti mancano i tuoi figli o come non ti sei arreso, troppa attenzione al partner ultimamente, ecc.

Come con tutti i comportamenti tossici, il senso di colpa è progettato per controllare il tuo comportamento in modo che il tuo partner, genitore o amico tossico possa ottenere ciò che vuole.

Tipi di personalita tossica

Il manipolatore

All’inizio della relazione con un tale partner, puoi apprezzare la sua “gelosia”. Soprattutto se non ti senti estremamente controllata. La maggior parte dei partner possessivi dirà che una volta che voi due siete sposati o in una relazione seria, smetteranno di essere gelosi e si sentiranno più tranquilli.

Non credere mai!


Questi individui tossici diventeranno sempre più sospettosi e ti controlleranno nel tempo. Controlleranno il chilometraggio in macchina per assicurarsi che tu non sia andato da qualche parte che “non dovresti”. Ti chiederanno se devi restare al lavoro dopo il lavoro.

In breve, renderanno la tua vita un calvario. Nel tempo, lavoreranno duramente per eliminare qualsiasi relazione significativa che hai con gli amici e talvolta con la famiglia. Non si vedono in una relazione con te; ti considerano una proprietà.


I tuoi sforzi per rassicurare un possessore tossico sulla fedeltà e sull’impegno per la relazione saranno vani. Se rimani in una relazione tossica con una persona del genere, cesserai di avere veramente una vita pro.

L’egocentrico

Questa persona spesso nasconde il suo comportamento di controllo tossico affermando direttamente “indipendenza”. “Non permetterò a nessuno di controllarmi” è il loro motto. Questo individuo raramente manterrà i suoi impegni. In effetti, queste persone ti controllano mantenendo un’incertezza su ciò che faranno.


Un tale partner dice che chiamerà, porterà i bambini al cinema sabato, ecc. ecc., ma queste sono solo parole. C’è sempre qualcosa da fare. Di solito ha una scusa plausibile, ma semplicemente non mantiene le sue promesse. Di conseguenza, ti controllano rendendoti impossibile fare progetti insieme.

Relazioni tossiche il manipolatore

L’aspetto più doloroso è che non ti sentirai mai al sicuro in una relazione con questo tipo di carattere tossico. Non solo il loro comportamento è imprevedibile; non sei mai sicuro che siano davvero coinvolti emotivamente con te. Non sei sicuro che questa relazione sia una priorità nelle loro vite. Chiederai spesso loro di assicurarti che ti amano, che sei attraente, che sono coinvolti e fedeli al matrimonio, ecc.


La loro risposta è spesso abbastanza vaga da mantenerti in una costante incertezza. È progettato per convincerti a continuare a soddisfare le loro esigenze al fine di ottenere la loro lealtà. L’ansia che provi in ​​una relazione così tossica può deteriorare gradualmente la tua salute emotiva e fisica.

Il vittimista

Se hai mai provato a dire al tuo partner che sei infelice, ferita o arrabbiato nella tua relazione e sei costantemente preoccupata per il tuo partner e i suoi sentimenti, hai a che fare con una persona drammatica. Spesso, invece di consolarti, consoli il tuo partner.

E, peggio ancora, ti consideri una persona egoista perché hai aperto un argomento così fastidioso per il tuo partner. La tua preoccupazione iniziale e il tuo turbamento sono persi mentre ti preoccupi dei sentimenti e delle reazioni del tuo partner.


Questo tipo di personalità tossica è chiamato vittimista. Cerca di esprimere il tuo fastidio o il tuo turbamento per un particolare problema o evento: il tuo coniuge rimane con i suoi amici due ore più a lungo di quanto detto originariamente e non si preoccupa nemmeno di farti sapere – e in qualche modo il tuo partner trova un modo per farlo biasimarti e reagire in modo totalmente esagerato!

Il vittimista relazione tossica

L’umiliante

Questo tipo di individuo tossico ti farà sentire inutile, incapace e costantemente umiliato. Lui o lei ti prenderà in giro. Ogni volta che esprimi le tue idee, convinzioni o desideri, la persona tossica ti considererà imbarazzante. Un partner tossico non esiterà a umiliarti in pubblico, di fronte ai tuoi amici o alla tua famiglia.


Anche se chiedi al tuo partner tossico di smettere, lui o lei continuerà questo comportamento, camuffandolo di tanto in tanto come segue: “Sto solo scherzando. Non puoi ridere di uno scherzo? ” Il problema è che non sta scherzando. Il partner tossico vuole avere tutto il potere decisionale. Sfortunatamente, se tolleri questo comportamento umiliante abbastanza a lungo, inizierai a credere veramente alle parole del tuo partner.


Questo tipo di individuo tossico ti dirà spesso che sei fortunato ad averli come partner, che nessun altro uomo o donna ti vorrebbe davvero. Il suo obiettivo è ridurre gradualmente la tua autostima in modo da non mettere in dubbio il suo controllo assoluto nella relazione.

Il sociopsicopata

Spesso sentiamo parlare di persone che dicono di aver rinunciato a contrastare il punto di vista del proprio partner perché si arrabbia o perde il controllo. Il controllo del bullismo è un comportamento classico di un partner tossico.

Spesso queste persone hanno un temperamento imprevedibile che è facile da innescare. I loro partner spesso si descrivono come “calpestare gusci d’uovo” vicino al partner tossico. Non si sa mai cosa scatenerà la sua rabbia. Questo costante stato di vigilanza e incapacità di premeditare un’uscita arrabbiata è dannoso sia per la salute emotiva che fisica della “vittima”.


Ancora una volta, è importante ricordare che questo tipo di partner emotivamente violento mostra raramente questa parte di sé nel mondo esterno. È spesso visto come una persona rilassata ed educata che è quasi sempre di gradimento di tutti.

Se parli con una persona “arrabbiata” del suo comportamento inappropriato, quasi sempre ti biasimerà. In qualche modo è colpa tua se urla. Questa assunzione di responsabilità è tipica di un partner tossico.

Relazione tossica come uscrine

Segnali per riconoscere una relazione tossica

Ci sono molti segnali di avvertimento che potresti essere entrato in una relazione tossica. Ti suggeriamo di pensare a queste domande:

1. Come ti fa sentire questa persona?

2. Ti senti al sicuro in presenza di questa persona?

3. Pensi che la famiglia, i bambini, le persone intorno a te siano al sicuro accanto a questa persona?

4. Hai mai provato angoscia emotiva o mentale durante l’interazione con questa persona?

5. Pensi di essere in allerta intorno a questa persona?

6. È una persona manipolatrice o convincente?

7. Hai mai pensato che la persona stia violando determinati limiti morali, etici o legali?

8. Pensi che questa persona stia aggiungendo sfide e difficoltà inutili alla tua vita?

9. Ti senti esausto dopo aver passato del tempo con questa persona?


Come possiamo uscire da una relazione tossica?

Relazione tossica come uscirne

Scegliere di separarsi dal nostro partner, anche in una relazione con molti elementi tossichi, non è facile. Ci possono essere molti meccanismi interni, così come una serie di argomenti che diciamo a noi stessi o che ci vengono raccontati (e che rendono difficile la decisione di lasciare una relazione).


Questa decisione diventa ancora più difficile quando i partner hanno un passato comune a lungo termine, per non parlare dell’esistenza di bambini in quella relazione (che fondamentalmente rende difficile prendere la decisione).

D’altra parte, quando trascorriamo troppo tempo in una relazione in cui sperimentiamo uno stato di infelicità permanente, in cui c’è abuso e tradimento, l’autostima si erode e la fiducia nelle proprie capacità e soprattutto il coraggio di lottare per se stessi gradualmente si spegne.


Per trovare la forza di porre fine a una relazione che ci ferisce,  può essere utile concentrare la nostra energia su altri aspetti della nostra vita (ad esempio, sviluppo professionale o personale, esplorazione di hobby o altre relazioni sane).

Inoltre, cercare di capire le ragioni per le quali, per anni, siamo stati in una relazione tossica può essere un passo utile nella direzione di uscirne, una volta affrontati questi problemi . Inoltre, chiedere il supporto di chi ci è vicino o cercare l’aiuto specializzato di uno psicologo o di un sacerdote può essere un passo positivo per separarsi da un partner che ci ferisce o ci guarisce dopo una relazione tossica.


Alla fine, sono arrivata a credere che l’amore e la felicità non si annidano sempre nella stessa casa. Vivremmo tutti in un mondo molto migliore e più bello, se così fosse. Credo che sia molto importante avere la disponibilità a fare uno sforzo e anche a fare sacrifici, in una relazione significativa come la relazione di coppia. Ma ci sono alcune caratteristiche essenziali dell’essere umano che secondo me sarebbe bene non sacrificare mai in una relazione: integrità, dignità, autostima e rispetto di sé.

Related posts

Leave a Reply