Una persona a me cara una volta mi ha chiesto se avessi il potere di cambiare qualcosa nella società odierna, quali sarebbero queste cose?

Mi sono seduta e ho analizzato la domanda ed è  stato molto interessante pensare a cosa cambierei o cosa manca nel mondo in cui vivo. Mi sono reso conto di avere una lunga lista.


Come vorrei cambiare il mondo…

Ma la prima cosa che mi è venuta in mente è stato il rispetto.A volte lo si pretende, ma si fatica a darlo: eppure il rispetto dovrebbe essere parte integrante di ogni rapporto umano.
Un mondo perfetto significa rispetto per la persona che ti sta accanto. Le persone spesso confondono il rispetto con la paura…

Ho capito che nella nostra società non c’è rispetto di nessun tipo e per niente. Non lo abbiamo insegnato quando eravamo piccoli? Ricordo molto bene questa parola con tutto ciò che significa da alcuni anni. È stato costantemente instillato in me finché non è diventato parte di me.

rispetto per le persone cambiare il mondo

Noto tristemente ogni giorno che non c’è rispetto per le persone intorno a noi, per i genitori, gli amici, la famiglia, i partner, gli insegnanti, i superiori, gli inferiori, i passanti, gli anziani, i dipendenti pubblici …

Non c’è rispetto  per il lavoro delle persone, per ciò che abbiamo, per la società, per la città in cui viviamo, la scuola, il lavoro, l’istruzione, il traffico, i pedoni, gli animali, le pulizie, i parchi, la salute, la natura, il nostro spazio o degli altri, per la vita, per quello che ci offre e anche per noi il più triste.


L’amicizia, come l’amore, richiede quasi altrettanta arte di una figura di danza ben riuscita. Ci vuole molto slancio e molto controllo, molti scambi di parole e moltissimi silenzi. Soprattutto molto rispetto.

(Rudolf Nureyev)


Le persone chiedono di essere rispettate. E sono pieni di rabbia quando sentono che ciò che chiedono in modo così aggressivo non sta accadendo a loro. Come può succedere a loro quando non lo fanno nemmeno? E la cosa più triste è che non se ne rendono nemmeno conto. Hanno sempre la sensazione che qualcuno voglia rubarli. Forse perché lo fanno anche loro? Inoltre, come ho imparato da quando ero bambino, il rispetto si guadagna,non si impone.

cambiare il mondo


Alcuni potrebbero dire che c’è ancora rispetto per i loro capi, ad esempio. Questo non si chiama rispetto. Si chiama paura. Le persone hanno paura delle istituzioni, dei superiori, delle banche, di qualcosa che possa penalizzarle, rifiutarle…

Un’altra cosa che mi rattrista è il fatto che il denaro stia diventando sempre più rispettato e colui che ce l’ha.


Cerchiamo di essere un po ‘più consapevoli di quello che stiamo facendo. Cominciamo a guardare le persone e non le loro funzioni o ciò che hanno o possono darci. Rispettare ciò che abbiamo perché può scomparire in qualsiasi momento. Rispettare le nostre famiglie, i nostri amici e tutto ciò che ci circonda.

Il rispetto è un valore fondamentale della vita,non perdiamolo!


“Ciascun volto è il simbolo della vita. E tutta la vita merita rispetto. È trattando gli altri con dignità che si guadagna il rispetto per se stessi.”

(Tahar Ben Jelloun)

Tu cosa cambieresti nel mondo?