Subscribe Now
Trending News

Blog Post

Dieta

Zucchero: Così dolce, quanto dannoso per il nostro corpo 

Zucchero: Così dolce, quanto dannoso per il nostro corpo

Lo zucchero è forse l’alimento più dannoso per la nostra salute e appartiene alla categoria dei carboidrati semplici. In questo articolo elencherò i principali effetti dannosi dello zucchero, tutte affermazioni supportate da studi recenti. Inoltre, torneremo indietro nel tempo per un po’ di storia dello zucchero.


Per quanto dannoso, è ora presente negli alimenti che mangiamo come additivo alimentare. Le forme più comuni sono il saccarosio (zucchero da tavola) e lo sciroppo di mais ricco di fruttosio. Lo troviamo nei dolci, nei succhi, nel pane, nelle conserve, persino nei sottaceti dagli scaffali dei supermercati. Lo zucchero è onnipresente nelle nostre vite e l’industria è gigantesca.


Zucchero: Così dolce, quanto dannoso per il nostro corpo

Ma non è sempre stato così. La canna è stata coltivata per la prima volta alcune migliaia di anni fa in Nuova Guinea. Considerando che cresceva solo ai tropici, esportare nel resto del mondo era estremamente costoso. Così, per molto tempo, lo zucchero è stato un simbolo di lusso insieme alle perle o all’oro. Divenne presto popolare grazie ad una pianta che può essere coltivata in qualsiasi ambiente, la barbabietola da zucchero.


Con la rivoluzione industriale, lo zucchero iniziò a essere prodotto in serie. Così, in un solo giorno nel 1900, la quantità di produzione per 10 anni è stata prodotta nel 1800. Questo metodo di produzione poco costoso ha permesso di introdurre lo zucchero come additivo nel cibo che mangiamo oggi.

Tornando agli effetti del consumo di zucchero, è importante sapere che: la dipendenza da zucchero è più forte della dipendenza da cocaina, secondo uno studio sui ratti.

Di quanto zucchero ha bisogno il corpo

Le calorie non sono uguali

È circolata e circola ancora una teoria secondo cui “una caloria è una caloria” indipendentemente dalla fonte. Una dichiarazione estremamente pericolosa per la nostra salute. Lo zucchero è una caloria “vuota”, cioè non è accompagnato da altri nutrienti o fibre alimentari. Inizialmente, la teoria è stata promossa dai promotori dello zucchero nel periodo postindustriale.


Nel 1928 fu anche fondato negli Stati Uniti un istituto, lo “Sugar Institute”, che promuoveva lo zucchero come alimento salutare. Hanno affermato una serie di benefici (senza alcuna base scientifica, ovviamente) come: che in estate ti dava energia, in inverno rafforzava il tuo sistema immunitario e in autunno combatteva l’astenia.

È interessante notare che negli anni ’50 il tasso di obesità negli Stati Uniti era esploso.


Come sappiamo negli Stati Uniti oltre il 36% della popolazione è considerata obeso. Oltre a questi dati, vi invito a vedere cosa ci dice la scienza sull’uguaglianza tra le calorie. Studiando il fenomeno, i ricercatori hanno notato che la maggior parte dei nostri ormoni estrae l’energia necessaria dalle cellule adipose. Con un’eccezione, l’insulina. Affronterò l’argomento degli “ormoni” in modo più dettagliato in un prossimo articolo, ma ora brevemente:

Il consumo di zucchero (o qualsiasi altro carboidrato semplice) -> aumenta la glicemia (zucchero nel sangue) -> secerne l’insulina del pancreas (questo “comanda” alle cellule di immagazzinare il glucosio necessario dal flusso sanguigno sotto forma di glicogeno) -> il glucosio in eccesso provoca un aumento della secrezione di insulina-> se le cellule sono già sature, il glucosio si deposita sotto forma di grasso.


Nel tempo questo fenomeno può trasformarsi in insulino-resistenza, nel senso che le cellule non “ascoltano” più il messaggio dell’insulina, quello di immagazzinare glucosio. Le cose tornano alla normalità quando la glicemia e l’insulina diminuiscono.

Va notato che i pasti ricchi di carboidrati (soprattutto quelli raffinati) provocano aumenti significativi della glicemia e dell’insulina. In conclusione, un consumo eccessivo di zucchero può portare a squilibri ormonali, provocando un aumento del grasso corporeo e, di conseguenza, della massa corporea.

Quindi, in conclusione, le calorie non sono uguali.


Di quanto zucchero ha bisogno il mio corpo?

Se ti stavi chiedendo, scopri che l’Organizzazione Mondiale della Sanità dice che non dovresti superare i 5-10 g di zucchero aggiunto al giorno. Lo zucchero aggiunto proviene dalle bevande e dai alimenti commerciali, ma anche dai dolcificanti artificiali utilizzati in essi: per determinare se un prodotto contiene zuccheri aggiunti, leggere l’elenco degli ingredienti; la risposta è positiva, se trovi zucchero, miele, sciroppo di mais/dolcificante, concentrato di succo di frutta, estratto di malto, melassa (destrosio, fruttosio, glucosio, lattosio, saccarosio, maltosio).


Lo zucchero naturale si trova in frutta, verdura (fruttosio), orzo (maltosio) e latticini (lattosio, galattosio). Lo zucchero non è dannoso per il tuo corpo in piccole quantità (è un tipo di carboidrato che fornisce energia al corpo, nutrendo le cellule), ma può funzionare senza di esso; e lo zucchero aggiunto ti porta solo 0 nutrienti, ma molte calorie in più.


Le conseguenze negative di un consumo eccessivo di zucchero:

Le conseguenze negative di un consumo eccessivo di zucchero:

Un consumo eccessivo nel tempo provoca il restringimento del cervello e il deterioramento dei processi cognitivi.

Nel tempo, lo zucchero distrugge i rami dei neuroni. Sapete che aspetto hanno i neuroni di un paziente affetto da demenza? Nessuna ramificazione! Uno studio condotto nel 2013 mostra che un elevato consumo di zucchero può causare danni alla memoria. Inoltre, aumenta il rischio di demenza.


Aumenta il rischio di cancro

Innanzitutto, consumare troppo zucchero può portare all’obesità, che aumenta notevolmente il rischio di cancro. In secondo luogo, può causare infiammazione nel corpo e resistenza all’insulina, entrambe associate al rischio di cancro. Un ampio studio con oltre 400.000 partecipanti mostra che un’elevata assunzione di zucchero è associata ad un aumentato rischio di tumori esofagei e dell’intestino tenue.

Un altro studio sulle donne ha rilevato un rischio maggiore del 40% di consumare diversi tipi di dolci tre volte a settimana.


Aumenta il rischio di sviluppare il diabete

Il numero di pazienti con diabete di tipo 2 sta crescendo in modo allarmante in tutto il mondo, ma anche in Italia. Ci sono molte ragioni per questo, ma l’obesità, che è spesso causata da un consumo eccessivo di zucchero, è considerata un importante fattore di rischio per il diabete.

Abbiamo anche parlato di insulino-resistenza prima. Questo è un importante fattore di rischio. Uno studio condotto in 175 paesi mostra che il rischio di sviluppare il diabete aumenta dell’1,1% per ogni 150 kcal di zucchero (circa 300 ml di una popolare bevanda gassata).


Può causare problemi cardiaci

Le diete ricche di zucchero sono associate a problemi cardiaci, la principale causa di morte in tutto il mondo. L’evidenza suggerisce che può causare infiammazione, aumento dei trigliceridi, ipertensione, che sono fattori di rischio per le malattie cardiache. Inoltre, può causare aterosclerosi.

In uno studio con 30.000 partecipanti, è stato riscontrato che coloro che hanno assunto tra il 17% e il 21% del loro apporto calorico giornaliero dallo zucchero, hanno un rischio di morte maggiore del 38% rispetto a quelli che assumevano dal 17% al 21% del loro apporto calorico giornaliero dallo zucchero. coloro che consumavano solo l’8% del loro apporto calorico giornaliero.

Esempio: se prendiamo come base il consumo giornaliero di 2000 calorie, una bottiglia da 500 ml di bevanda gassata rappresenta il 10% (52g zucchero x 4 kcal per grammo = 208 kcal).


Può aumentare il rischio di depressione

Il consumo di cibi lavorati e zucchero è associato ad un aumentato rischio di depressione. Un gruppo di ricercatori ha seguito 8.000 soggetti per 22 anni. Cosa hanno notato: chi consumava più di 67 grammi di zucchero al giorno aveva un rischio maggiore del 23% rispetto a chi ne consumava 40 grammi.


Accelera il processo di invecchiamento della pelle

Lo zucchero dannosso per la salute

Le rughe si manifestano con l’età, ma l’alimentazione può svolgere un ruolo importante. La reazione tra zuccheri e proteine ​​provoca la comparsa di composti. Questi composti causano l’invecchiamento precoce della pelle. Come: danneggia il collagene e l’elastina, proteine ​​che aiutano la pelle ad allungarsi e ad apparire più giovane. Gli studi dimostrano che un basso apporto di carboidrati è associato a un migliore aspetto della pelle.


Aumento di peso

I tassi di obesità sono in aumento in tutto il mondo e il motivo principale è il consumo di zucchero (cibi e bevande che contengono zucchero). È importante notare che un elevato consumo di zucchero provoca qualcos’altro: appetito e una forte sensazione di fame.


Inoltre, può causare resistenza alla leptina, l’ormone responsabile della sazietà. Cioè, non ci sentiremo pieni, non ci sentiremo pieni. Da non confondere con la sensazione di “pieno” allo stomaco. Fondamentalmente, la leptina dovrebbe prevenire questa sensazione. Attenzione: il fruttosio (zucchero della frutta) ha lo stesso effetto su sazietà e appetito!

Questi sono solo alcuni dei maggiori problemi causati dall’eccessivo consumo di zucchero. Da segnalare i rischi legati a: salute dei denti, del fegato (che può causare il “fegato grasso”), delle cellule (provoca l’invecchiamento cellulare) e dei reni.

Related posts

Leave a Reply